COVID-19: tendenze di viaggio da tutto il mondo [Webinar]

Analizziamo diversi tipi di dati per comprendere le tendenze globali

|
September 10, 2020

Con il nostro accesso al pubblico di viaggiatori in tempo reale e una visibilità senza pari sulla domanda globale di viaggi, siamo in una posizione unica per condividere le attuali tendenze di viaggio in primo piano con gli esperti di marketing. In questa serie di blog, daremo un'occhiata ai dati per aiutare i professionisti del travel marketing a valutare questo evento mondiale. Possono utilizzare queste tendenze per orientare le loro strategie di marketing durante questo periodo, man mano che il settore si stabilizza.

Questi approfondimenti si basano sui dati raccolti fino al 6 settembre 2020. Esamineremo regolarmente i nostri dati per fornire una panoramica delle tendenze e dei modelli nel comportamento dei consumatori. Le informazioni di Sojern si basano su oltre 350 milioni di profili di viaggiatori e miliardi di segnali relativi alle intenzioni di viaggio, ma non rappresentano il 100% del mercato dei viaggi.

Dopo un lunga estate trascorsi al chiuso per molti, le mete di viaggio internazionali stanno lentamente iniziando ad aprirsi, con diversi gradi di requisiti per l'ingresso dei turisti. Le fonti di notizie di tutto il mondo condividono le opinioni che vediamo nei nostri dati: a poco a poco, i viaggiatori stanno tornando a frequentare questa rete. Abbiamo analizzato a fondo i dati su alloggi, voli, autonoleggi e case vacanza per comprendere le tendenze globali e contribuire a definire le tue strategie di marketing.

Tendenze globali degli alloggi

Le prenotazioni di alloggi sono aumentate in tutto il mondo secondo i dati di Sojern. Nel grafico seguente, indicizzato al 31 maggio 2020, diamo un'occhiata alle prenotazioni di alloggi in quattro regioni. In Asia, Malesia e Singapore sono in testa alla ripresa estiva, con l'India che recupera al terzo posto dietro di loro. In Europa, Turchia e Russia hanno registrato una forte crescita estiva, seguite dal Regno Unito, sebbene il Regno Unito abbia registrato un calo di due settimane nelle prenotazioni di alloggi ad agosto. L'America Latina ha registrato una ripresa molto più netta ad agosto, probabilmente a causa dell'impatto ritardato che il COVID-19 ha avuto sulla regione, che ha portato a date di riapertura successive. Negli Stati Uniti e in Canada, il Canada continua a superare gli Stati Uniti in termini di prenotazioni, ma assistiamo anche a un calo delle prenotazioni verso i remoti stati montani degli Stati Uniti. Un fattore in tal senso potrebbe essere che qualsiasi località in rapida crescita alla fine rallenterebbe, e questo potrebbe essere ciò che stiamo vedendo qui.

Tendenze globali dei voli

Festa del lavoro negli Stati Uniti ha portato i viaggi aerei a raggiungere il massimo di cinque mesi durante il fine settimana. Il TSA ha registrato 3,2 milioni di passeggeri nel fine settimana di quattro giorni. Sebbene questo numero sia molto più basso rispetto agli anni passati, si tratta del numero più alto di viaggiatori aerei che gli Stati Uniti abbiano registrato da quando la pandemia è scoppiata a marzo. I nostri dati mostrano che i viaggiatori statunitensi volano verso destinazioni più remote e più difficili da raggiungere in auto, mentre probabilmente guidano verso destinazioni nord-orientali. Inoltre, assistiamo a un passaggio dai voli prenotati verso gli stati montani settentrionali (Wyoming, Montana, Idaho) a quelli più meridionali (Colorado, Utah).

Ancora una volta, assistiamo alla più forte crescita delle prenotazioni di voli in America Latina, con El Salvador e Guatemala (entrambi con apertura a settembre) in testa, seguiti dall'Honduras. Nella regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), la crescita delle prenotazioni di voli è maggiore in Medio Oriente (Emirati Arabi Uniti, Egitto), nonché nel Regno Unito e in Turchia.

In Asia, assistiamo a una crescita in India e a un calo delle prenotazioni di agosto alle Maldive dopo la forte crescita di giugno/luglio. In termini di ricerche, tuttavia, i nostri dati indicano che le ricerche di hotel alle Maldive sono aumentate di oltre il 30% entro 30 giorni dalla riapertura e del 15% nella seconda metà di agosto, probabilmente grazie a forti campagne di marketing che hanno spinto i sognatori a cercare negli hotel di lusso per viaggi futuri. Questo è importante da notare, poiché i viaggiatori sognano e cercano continuamente e le aziende dovrebbero avere il proprio marchio il più possibile davanti a sé per ispirarsi.

Tendenze nella prenotazione di alloggi VS voli

Come prevedibile, in base ai dati che abbiamo condiviso negli ultimi mesi, il settore alberghiero si sta riprendendo più velocemente dell'aria dal minimo del mercato del 5 aprile 2020. Un fattore importante è probabilmente il controllo che un viaggiatore ha quando guida verso la sua destinazione e soggiorna in un hotel di sua scelta rispetto al fattore di rischio più elevato rappresentato dalla condivisione di spazi ravvicinati con una massa di persone, dalla lotta contro possibili affollamenti aeroportuali o potenziali cancellazioni di voli e chiusure delle frontiere. I viaggiatori sono probabilmente interessati anche a soggiornare vicino a casa, data la situazione incerta e le politiche in costante cambiamento.

Tuttavia, le compagnie aeree stanno facendo tutto il possibile per convincerli a salire a bordo dei loro aerei. United Airlines ha recentemente annunciato una nuova politica di cambio del volo in giornata, tutte tre principali compagnie aeree (American, Delta e United) hanno ridotto le commissioni per il cambio dei biglietti e continuano a enfatizzare le politiche sulle mascherine. Diverse compagnie aeree lo sono blocco dei sedili centrali per il momento. Alla fine, ciò potrebbe significare un grande cambiamento nelle operazioni delle compagnie aeree in futuro, idealmente verso politiche più flessibili per i viaggiatori anche dopo la fine della pandemia.

In qualità di operatore alberghiero, questa è un'ottima opportunità per fare pubblicità ai viaggiatori che potrebbero non solo guidare, ma anche volare verso la tua destinazione da località nazionali. Come si evince dai dati, anche se la ripresa non sta avvenendo altrettanto rapidamente per i viaggi aerei, i voli vengono comunque prenotati e i viaggiatori sono alla ricerca di un posto dove alloggiare. United Airlines, ad esempio, sta aggiungendo e ripristinando le rotte alla loro pianificazione a ottobre.

Uno sguardo alle auto e agli affitti per le vacanze

Un tema comune nel settore dei viaggi quando è scoppiata la pandemia era l'idea che i verticali delle auto e delle case vacanza si sarebbero ripresi più rapidamente. Si riteneva che noleggiare un'auto per un viaggio in auto fosse più sicuro per i viaggiatori rispetto all'aereo. Si pensava che le case vacanza, specialmente quelle che offrivano una casa senza residenti attuali, consentissero ai viaggiatori un maggiore controllo sulla pulizia e, nella maggior parte dei casi, offrissero solitudine lontano dagli spazi condivisi che si potevano trovare in un hotel. Infine, le case vacanza sono anche un'opzione economica, che può essere interessante per i viaggiatori millenari, così come per coloro che cercano soggiorni a lungo termine. Avere una cucina e più camere è utile per dare quell'atmosfera «a casa» che un hotel potrebbe non offrire.

I nostri dati lo rispecchiano, con le prenotazioni sia per l'auto che per le case vacanza in rapida ripresa, ma che rallentano con la fine dell'estate e una recrudescenza dei casi di COVID-19. Se esaminiamo i dati su base annua, osserviamo un calo delle case vacanza in linea con il 2019, tuttavia, il calo nel 2019 è avvenuto un mese prima, a giugno rispetto a luglio del 2020. Il noleggio di camper, sebbene non sia mostrato nel grafico sottostante, è stato molto popolare durante l'estate e attualmente sta registrando un calo di interesse, simile a quello che mostrano i dati nel settore degli autonoleggi.

Le prenotazioni da dispositivi mobili sono in aumento

Una tendenza interessante mostrata dai nostri dati è quella della crescita dell'utilizzo dei dispositivi mobili. In un momento in cui le persone lavorano da casa più che mai, alcuni potrebbero essersi aspettati l'effetto opposto. Tuttavia, i nostri dati mostrano che in tutte le regioni del mondo, la percentuale di prenotazioni di alloggi su dispositivi mobili è cresciuta notevolmente da gennaio. Ciò potrebbe essere dovuto a una serie di fattori. Le velocità di Internet a casa potrebbero effettivamente essere inferiori alle velocità mobili del 5G, poiché molte persone non avevano investito molto in apparecchiature per l'home office prima della pandemia.

Un'altra possibilità è la facilità di prenotazione su cellulare per alcuni alloggi rispetto al desktop. A prescindere da questo cambiamento nel comportamento di prenotazione, una cosa è chiara: i travel marketer dovrebbero implementare strategie mobili (e strategie cross-device) ora più che mai per assicurarsi di essere davanti ai viaggiatori nel momento in cui cercano e prenotano.

Cosa puoi fare adesso?

Nel nostro webinar, abbiamo intervistato gli spettatori per scoprire quali segnali cercano per sentirsi a proprio agio viaggiando. La risposta principale è stata che il 33% delle persone riteneva che i casi complessivi di COVID-19 diminuissero, seguito dal 24% che ha dichiarato che si sentirebbe a proprio agio a viaggiare grazie a buone procedure di pulizia e opzioni di viaggio flessibili. Pubblicizzate le vostre precauzioni di sicurezza e salute, le cancellazioni flessibili e modificate le politiche in modo coerente. Fatelo tramite il marketing e la comunicazione via e-mail agli ospiti passati e futuri e assicuratevi che le azioni intraprese siano in linea con le aspettative statali o regionali. Queste sono semplici azioni che i professionisti del travel marketing possono intraprendere per rassicurare i potenziali ospiti che ti impegni a mantenere la loro esperienza sicura.

Continua a pubblicizzare la tua attività. Tra gli esperti di travel marketing che abbiamo intervistato oggi nel nostro webinar, il 36% ha dichiarato che le proprie prenotazioni diminuiranno entro il mese successivo, con il secondo calo maggiore (24%) durante le festività natalizie, dalla fine di novembre al 1° gennaio 2021. Ciò è coerente con i nostri dati di Sojern, secondo cui le persone prenotano più vicino alla data di viaggio, riducendo i tempi di prenotazione. Se il tuo marchio non è presente quando i viaggiatori cercano e prenotano viaggi all'ultimo minuto, potrebbero esserlo i tuoi concorrenti. Questo ci dice anche che i viaggi per le vacanze sono ancora aperti, quindi dovresti prendere in considerazione l'attivazione di campagne di marketing rivolte ai viaggiatori in vacanza.

Dai un'occhiata al nostro webinar o scarica le slide per vedere i risultati completi del sondaggio.

Serie di webinar Sojern: Uno sguardo al futuro; tendenze di viaggio da tutto il mondo

In questo webinar esaminiamo in modo approfondito le ultime tendenze tratte dai dati di analisi globali di Sojern. Analizziamo in che modo il COVID-19 continua a influire sulle tendenze di ricerca e prenotazione per darti un'idea di ciò che stiamo vedendo nel settore dei viaggi e su come trarne vantaggio. Grazie ai dati provenienti da migliaia di partner, otterrai le informazioni più recenti per aiutarti a definire il tuo marketing per le festività natalizie e non solo.

Per approfondimenti in tempo reale specifici per la tua regione o paese, dai un'occhiata al nostro dashboard di approfondimenti.

Altri articoli
Ti potrebbe interessare

Become a Marketing Mixmaster: How To Get The Most Out of Each Marketing Channel

Unlock the full potential of your marketing efforts with our guide on mastering the marketing mix.

Leggi di più

Cominciamo un Conversazione

Siamo pronti ad aiutarti a eliminare le congetture dal tuo marketing digitale. Contattaci per accedere alla piattaforma di marketing più intelligente del settore turistico.